Vantaggi e svantaggi delle diverse tipologie di piani cottura. 2 Parte.

Ciao a tutti! Oggi è Giovedì 28, il giorno dell’ appuntamento numero 8 con le nostre “domande frequenti”. Oggi proseguiamo il piccolo ciclo iniziato la scorsa settimana riguardo ai vantaggi e svantaggi delle diverse tipologie di piani cottura delle cucine, e affrontiamo nella fattispecie il piano cottura radiante: a livello pratico consiste semplicemente nello scaldare tramite corrente elettrica una resistenza di forma elicoidale, posta al di sotto di un piano in materiale vetroceramico:

Vantaggi
1. Viene scongiurato ogni pericolo derivante dal gas
2. Viene scongiurato ogni pericolo di ribaltamento delle pentole, dato che il piano non ha ugelli e risulta piatto
3. L’assenza di quest’ultimi, ne evita l’otturazione

Svantaggi
1. Impiega maggior tempo per portare in temperatura le pentole
2. Il prezzo è superiore ai più tradizionali piani a gas
3. Il piano potrebbe restare acceso anche senza le pentole, col rischio che l’alta temperatura possa provocare ustioni alle persone o abbrustolire dei residui di cibo caduto, rendendo difficoltosa la pulizia.
4. Sussiste il rischio ,in caso di uso di più zone di cottura e contemporaneamente di altri elettrodomestici, di superamento del massimo assorbimento consentito, causando un blackout elettrico

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *